Posted By:
cristian
Categoria:
Tag
Published On: 29 Aprile 2024Tags: ,

Diventare papà di nuovo

Diventare papà di nuovo non è solo un emozione bellissima

Proprio oggi son tornati a casa dall’ ospedale a ricordarmi che diventare papà è una cosa talmente grande e solida che non si può descrivere solo con la parola “emozione”. Ebbene si è nato Noah ed è il mio quarto figlio, alla veneranda età di 52 anni mi permetto anche questo.

I padri devono sempre dare, per essere felici. Dare sempre, l’esser padre sta in questo.
(Honoré de Balzac)

Diventare papà è una meraviglia che non ha eguali. Qual è l’età giusta per diventare padre?

Non esiste un’ età giusta. Forse la miglior età per diventare papà non si lega all’ età anagrafica ma al vissuto di ognuno, alle esperienze fatte e al grado di soddisfazione personale sulla propria vita. Il mio primo figlio l’ ho avuto che avevo 27 anni ed era una femmina. Son passati troppi anni e troppe ne ho viste da allora. Non ricordo più tante cose ma ricordo quando me la portarono dalla sala parto. Nacque da taglio cesareo programmato quindi era uno spettacolo da vedere, quasi avesse già un mese grazie alla mancata sofferenza di un parto naturale.

Ho imparato che quando un neonato stringe per la prima volta il dito del padre nel suo piccolo pugno, l’ha catturato per sempre.
(Gabriel Garcia Marquez)

Diventare papà di nuovo: un percorso che non finisce mai di stupire

La mia seconda figlia nacque un paio di anni dopo, esattamente nel 2001. E si un’ altra femmina. Un parto naturale questa volta e ricordo ancora il momento esatto nel quale nacque. Mi misi a piangere a singhiozzo come un bambino, un pianto irrefrenabile e liberatorio che spazzò via la lunga notte di attesa e sofferenze.

Dopo di lei pensavo di non voler più figli, ma la vita è così strana e meravigliosa che il mio futuro è cambiato e invece di andare avanti sono riuscito a tornare indietro ancora una volta.

Dopo diversi anni mi sono separato e magicamente, dopo qualche mese di sbando e recrudescenze giovanili, ho trovato la persona che mi serviva per andare avanti. Mi sono innamorato di nuovo pazzamente di una donna di 17 anni più giovane di me. Ne avevo 41 allora e lei 24. Scintille, serate pazze, bevute folli e tanto divertimento insieme hanno piano piano lasciato il posto a qualcosa di più stabile e concreto. Succede così se hai l’ amore dentro e un briciolo di coscienza.

Cosa si prova ad essere padre? Ma che razza di domanda è? Ma davvero c’ è qualcuno che se la pone? Ognuno vive la paternità in modo diverso in base al suo vissuto e al suo contesto sociale. Certamente non si prova nulla di negativo, ma spiegarlo a parole è davvero complicato. E credo sia meglio così. Non serve spiegare sempre tutto. Deve esserci qualcosa di non traducibile in parole che possiamo tenere per noi.

diventare papà neonato

Diventare papà: arrivano i maschietti

E dopo due femmine arriva il primo maschio. E ve lo voglio dire, per un padre è leggermente diverso. Non per egoismo o differenza di amore ma il figlio maschio lo vedo come la stirpe che continua. Forse un antico senso trasmesso geneticamente per il perpetuare della specie. Non ne ho idea.

E il mondo cambia di nuovo, meravigliandomi e mettendomi alla prova.

E pochi giorni fa a distanza di 7 anni arriva anche il secondo maschio. E io ho 52 anni e diventare papà di nuovo non mi ha mai spaventato. Perchè diventare padre è vedere nei propri figli te stesso. E’ la garanzia di una vita eterna che anche dopo di me avrà sempre il mio dna che smuove il mondo.

about author

autore di vistafrontale blog
cristian

La vita è troppo breve per sprecarla a realizzare i sogni degli altri.
(Oscar Wilde)